advertisement

Burro di arachidi fatto in casa, la ricetta originale made in USA

Il burro d’arachidi è uno snack particolare nato negli USA; in Italia è difficile trovarlo al supermercato, meglio prepararlo in casa solo con ingredienti buoni e senza additivi.

advertisement
Difficoltà:
Molto bassa
Cottura:
Preparaz.:
Costo:
Molto basso
Burro di arachidi fatto in casa, la ricetta originale made in USA

Il burro di arachidi, tipico dei Paesi Anglosassoni (in inglese peanut butter) è ottenuto dai semi d’arachidi ed è utilizzato sia per la colazione/merenda (in alternativa alla nostrana crema al cioccolato), sia per ricette a base di carne. Vediamo come si prepara questo calorico quanto gustoso snack americano.

Materiali utilizzati:

  • carta da forno
  • placca da forno
  • mixer
  • barattolo di verto con chiusura ermetica

Ingredienti per 8 persone

❯ 700 gr d'arachidi (con guscio) crude

❯ 30 gr olio di semi di arachide

❯ 5 gr di miele (equivalenti a 4 cucchiaini)

❯ 3 gr di zucchero (meglio ancora se è zucchero di canna)

❯ un pizzico di sale

❯ acqua q.b.

Procedimento

Come preparare il burro di arachidi

1. Se avete comprato le arachidi crude, la prima operazione da effettuare sarà quella di tostarle, operazione che può essere fatta seguendo due metodi. Il primo metodo consiste nel posizionare le arachidi con tutta la buccia su di una placca e posare quest’ultima su una brace di carbone acceso, aspettando che si raffreddino per poi aprirle.

2. Il secondo metodo, più rapido, consiste nel tostarle al forno; in questo caso prendiamo un foglio di carta forno per coprire la placca e mettiamo sopra le nostre arachidi già sbucciate, cuocendole a 170°C per 15 minuti circa.

3. Una volta che le arachidi sono tostate e raffreddate, trasferitele nel mixer, aggiungete il miele, lo zucchero, l’olio di semi e un pò di sale a seconda dei vostri gusti e azionate il mixer fino ad ottenere una crema densa e omogenea. A questo punto potete conservare il vostro burro di arachidi in frigo mettendolo un un barattolo di vetro chiuso per bene.

advertisement

Burro di arachidi - dopo la tostatura (© Cucina Web360)

Burro di arachidi – dopo la tostatura (© Cucina Web360)

Il consiglio in più

Se  volete un burro di arachidi più  cremoso, potete aggiungere dell’altro olio di semi. Se preferite una consistenza diversa dal solito, conservate una manciata d’arachidi e aggiungeteli nel composto finale sminuzzandoli grossolanamente. Bisogna fare una distinzione tra il burro di arachidi industriale  (che si compra al supermercato) e il burro di arachidi fatto in casa. Il primo viene generalmente prodotto con l’aggiunta di additivi stabilizzanti che sono elementi davvero nocivi per l’organismo e che, se consumati in eccesso, aumentano il rischio di malattie cardiovascolari. Il burro di arachidi puro, quello che si trova nei negozi biologici o che ci prepariamo in casa, contiene solo arachidi ed è quindi è privo di sostanze nocive.

advertisement
Sono un'ingegnere delle TLC con la passione per la cucina. Appena ho un pò di tempo libero sono in cucina a preparare ricette classiche o rielaborate. Non tutte le preparazioni mi riescono alla perfezione, ma ogni volta è una nuova scommessa che affronto con passione e divertimento. E poi il risultato lo divido con la giuria di famiglia ;)
Dai un voto a questa ricetta
[Totale: 2 Media Voto: 1.5]