advertisement

Guida sulle principali varietà del tè

Redazione 15 gennaio 2013

Se ami il tè, questa breve guida sulle principali tipologie e sulle loro proprietà ti aiuterà a entrare nel dettaglio dei numerosi benefici che la nota bevanda ambrata arreca all’organismo.

advertisement
Guida sulle principali varietà del tè

(Foto: Flickr.com/photos/euphbass)

Il , la bevanda ambrata tanto cara alla regina Elisabetta e non solo, ha origini in Cina. La sua storia antica si mescola a quella dei monaci tibetani che la scelsero come bevanda rituale oltre che tonica. Importata in Europa grazie alla Compagnia Olandese delle Indie Orientali, con il trascorrere del tempo questa deliziosa e sana bevanda si è affermata sempre di più tanto che oggi è ormai considerata parte della nostra abituale dieta quotidiana. Entriamo nel dettaglio delle principali qualità del tè e dei loro numerosi benefici come abbiamo già fatto per il peperoncino e il pepe.Il tè nero, noto anche come English Breakfast o Early Gray (variante mescolata con il bergamotto)

Si tratta di una nota miscela che deriva dalla lavorazione delle foglie della Camellia sinensis. Molto consumato in Europa, per produrlo le foglie della pianta vengono prima raccolte e lasciate macerare. Successivamente vengono essiccate, arrotolate e triturate in un processo che ne determina l’ossidazione.
Dal punto di vista delle sostanze che lo compongono è il più ricco di caffeina. Tenendolo in infusione per circa 5 minuti ne viene liberata nell’acqua calda una quantità variabile dai 40 ai 100 mg. Tra le altre sostanze che contiene, inoltre, spicca la teofillina, utilizzata anche nel trattamento medico della bronchite e dell’asma. Consumare regolarmente del tè nero, inoltre, aiuterebbe a ridurre il colesterolo cattivo.

tè nero

Le foglie del tè nero
(foto: Flickr.com/photos/polanyi)

Il tè verde e le sue strabilianti proprietà

Si tratta della seconda qualità di tè più diffusa in Occidente. Le varietà disponibili in commercio sono numerosissime e tutte ottime dal punto di vista del benessere fisico. Anch’esso viene ricavato dalle foglie della Camellia sinensis ma a differenza delle altre tipologie di tè, la sua lavorazione non prevede la fermentazione. Il consumo ottimale dell’infuso prevede che l’acqua venda portata a ebollizione e lasciata poi raffreddare per qualche minuto in modo che raggiunga una temperatura di circa 70 °C: in tal modo, il tè verde conserva tutte le sostanze benefiche presenti all’interno delle foglie. Grazie alla presenza dei polifenoli, delle vitamine, dei minerali, delle metilxantine e della L-teanina (un amminoacido) il tè verde pare abbia effetti benefici su tutto l’organismo. Aiuterebbe, infatti, a proteggere da diverse tipologie di cancro, a tenere in buona salute l’apparato cardiovascolare e quello digerente, avrebbe effetti dimagranti e tutta una serie di altre conseguenze positive che permetterebbero all’organismo di proteggersi dalle malattie.

advertisement
tè verde

Il tè verde spicca per il colore intenso delle foglie del tè. (foto: Flickr.com/photos/bkajino)

Il tè oolong, il “drago nero” consumato in Cina

Il tè oolong non è molto diffuso in Occidente dove spiccano maggiormente le diverse miscele di tè nero e verde. La sua produzione prevede che le foglie della pianta del tè, dopo la raccolta, vengano fatte essiccare al sole e agitate all’interno di apposite ceste in modo da ottenerne la frantumazione del bordo. Come accade per il tè nero, poi, vengono arrotolate ed essiccate in modo da essere esposte al processo di ossidazione.

tè oolong

Le foglie del tè oolong
(foto: Flickr.com/photos/chadao)

Il delicato e pregiato tè bianco

Ben noto ma poco diffuso a causa del suo costo elevato, il tè bianco è un’altra delle più apprezzate varietà di tè. Il suo nome deriva dalla colorazione bianco-argentata tipica dei germogli e delle prime foglie della Camellia sinensis al momento della loro raccolta. Prodotto principalmente in Cina, viene ottenuto lavorando leggermente le gemme e i primi germogli della pianta del tè le quali vengono poi essiccate al sole. Ricco di polifenoli e metilxantine, ha anch’esso numerose proprietà benefiche sull’organismo.

tè bianco

Il tè bianco, una delle varietà più pregiate
(foto: Flickr.com/photos/0olong)

Dove acquistare e come gustare il tè – Se non volete accontentarvi del tè commerciale che si trova nei supermercati o se siete alla ricerca di qualità  particolari, poco diffuse nella grande distribuzione l’unica soluzione per poterle acquistare è recarsi nei piccoli negozietti dei rivenditori etnici, indiani o cinesi, che spesso si trovano nelle grandi città. Tra le tante prelibatezze che caratterizzano queste due tradizioni culinarie, avrete la possibilità di acquistare dell’ottimo tè in foglie, da gustare in tantissimi modi diversi. Se amate il tè nero, per esempio, perchè non provate a lasciarlo in infusione con un po’ di cannella, un baccello di vaniglia o una scorzetta d’arancia: avrete la possibilità di regalarvi un momento di relax fatto di cose semplici e sane.