advertisement

Pandoro

La ricetta tradizionale del Pandoro fatto in casa con lievito di birra; prepariamo da soli un prodotto genuino, privo di additivi e conservanti.

advertisement
Difficoltà:
Impegnativa
Cottura:
Preparaz.:
Costo:
Basso
Pandoro

Dopo il panettone, il pandoro è uno di quei dolci senza i quali il Natale proprio non può arrivare. Possiamo sicuramente acquistarne uno al supermercato e farcirlo con crema al mascarpone, ma la qualità lascia spesso a desiderare. Potremmo acquistarne uno da un forno specializzato nella realizzazione di pandori, ma non si tratta di un’opzione sempre percorribile e potremmo comunque ritrovarci in mano un pandoro pieno di additivi di ogni genere.

Perchè allora non realizziamo un pandoro fatto in casa seguendo una ricetta genuina e una procedura alla portata di tutti? La ricetta che stiamo per proporvi può essere realizzata sia a mano che con l’impastatrice, ovviamente quest’ultima vi semplificherà il lavoro.

advertisement

Ingredienti per 8 persone

❯ 435 gr di farina

❯ 33 gr di acqua

❯ 16 gr di lievito di birra

❯ 160 gr di zucchero

❯ 225 gr di uova intere

❯ 28 gr di tuorli d'uovo

❯ 14 gr di miele

❯ 185 gr. di burro

❯ vanillina

❯ 1/2 scorza di limone grattugiata

❯ zucchero a velo q.b.

Procedimento

Preparariamo il nostro pandoro fatto in casa

1. La prima cosa da preparare è la biga. Si tratta di una base che utilizzeremo successivamente per preparare l’impasto e per farlo lievitare nel modo giusto. Sciogliamo il lievito di birra nell’acqua leggermente tiepida e aggiungiamo a poco a poco 65 gr. di farina. Impastiamo fin quando tutta la farina non è assorbita.

2. Mettiamo a lievitare la biga in un un luogo asciutto e lontano dagli spifferi per almeno 90 min.

pandoro-fatto-in-casa-lievitino

Prepariamo il lievitino del nostro pandoro (fonte: youtube/vivalafocaccia)

Primo impasto

3. Una volta che la biga sarà cresciuta potremo passare a preparare l’impasto vero e proprio. Prendiamo la biga e aggiungiamoci a poco a poco i 120 grammi di farina, 30 gr. di zucchero e 65 gr. di uova intere e iniziamo ad impastare di nuovo. N.b: tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente, nel caso in cui li abbiate messi in frigo, lasciateli fuori fino a quando non avranno raggiunto una temperatura di 15-20° C;

4. Una volta impastati tutti gli ingredienti dovremo mettere l’impasto in una ciotola, coprirlo con un panno e lasciarlo riposare per 60/90 min. Scegliete una ciotola molto capiente in quanto anche questa volta l’impasto dovrà crescere di almeno il doppio del volume.

Prepariamo l'impasto vero e proprio per il nostro pandoro (fonte: youtube/vivalafocaccia)

Prepariamo l’impasto vero e proprio per il nostro pandoro (fonte: youtube/vivalafocaccia)

Secondo impasto

5. Riprendiamo il primo impasto che nel frattempo avrà raddoppiato di volume, aggiungiamo a poco a poco i 250 gr. di farina, 130 gr. di zucchero, il miele, i 28 gr. di tuorli d’uovo, l’aroma di limone, la vaniglia e impastiamo nuovamente;

advertisement

6. Ora aggiungiamo a poco a poco i 160 gr. di uova intere e continuamo a impastare;

7. Aggiungiamo il burro a pezzettini e continuiamo a impastare formando un impasto bello liscio e raffinato;

8. Prendiamo lo stampo, lo imburriamo e inseriamo l’impasto precedentemente realizzato;

E' giunto il momento di inserire il nostro impasto nello stampo (fonte: youtube/vivalafocaccia)

E’ giunto il momento di inserire il nostro impasto nello stampo (fonte: youtube/vivalafocaccia)

9. Mettiamo a lievitare il nostro pandoro per almeno 2 ore in un luogo asciutto e preferibilmente a temperatura ambiente.

10. Quando il pandoro sarà lievitato (lo noterete perchè arriverà ai bordi), lo inforniamo a forno ben caldo a 140/150° per circa 40 min.

11. Successivamente togliete il pandoro dal forno e lasciate raffreddare per una mezz’ora;

12. Una volta raffreddato cospargere il pandoro del classico zucchero a velo.

Il consiglio in più

Acquistate uno stampo da pandoro di qualità, che sia fatto di materiali che resistono al calore e che sia in grado al tempo stesso di dare la giusta forma al vostro pandoro. In genere si usano quelli in alluminio, che permettono una diffusione corretta del calore e una cottura uniforme dell’impasto.

Se ne trovano praticamente di ogni taglia, partendo da 200 grammi fino a quelli da più di un chilo. Inseriamo il nostro impasto nello stampo, superando di poco la metà.

Video correlato

advertisement
Dai un voto a questa ricetta
[Totale: 1 Media Voto: 5]