Gli spaghetti alla carbonara, un piatto genuino ed economico

Redazione commenti

La tradizionale ricetta del gustoso e genuino piatto dagli ingredienti semplici da trovare e soprattutto molto economici.

Difficoltà:
Molto bassa
Cottura:
15 min
Preparaz.:
5 min
Dosi per:
4 persone
Costo:
Molto basso
Gli spaghetti alla carbonara, un piatto genuino ed economico

(Foto: Flickr – La.blasco)

Delle origini degli spaghetti alla carbonara si hanno idee ben confuse, in quanto in molti l’attribuiscono ai carbonari umbri che nel XIX secolo la fecero conoscere ai romani, mentre molti altri l’attribuiscono agli americani che durante la seconda guerra mondiale esportarono una grossa quantità di bacon e uova che facevano parte delle razioni militari. L’unica certezza che abbiamo oggi è che i cuochi di allora unirono queste due pietanze e crearono questo piatto gustoso e genuino che si è tramandato fino ai giorni nostri. Gli ingredienti sono molto semplici da trovare e soprattutto molto economici. Il segreto per far si che questo piatto sia al top del top è quello di usare prodotti freschi. Per chi ama la carbonara il tipo di pasta per eccellenza è lo spaghetto ma siccome il composto sarà molto cremoso e omogeneo si sposa molto bene anche con pasta più doppia tipo i vermicelli o ancora meglio con i bucatini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di guanciale
  • 1 cucchiaino d’olio
  • 100 g di pecorino
  • 350 g di spaghetti
  • 2 tuorli d’uovo + 2 uova intere
  • 1 noce di burro
  • pepe

Preparazione: Per prima cosa mettere a bollire l’acqua in una pentola fonda per la pasta senza aggiungere il sale. Tagliare a dadini il guanciale e metterlo in un tegame a fuoco lento con l’aggiunta di un cucchiaino d’olio (se non si vuole fare un piatto troppo calorico si può cucinare il guanciale anche senza olio in un tegame antiaderente) e aspettare che diventi croccante. Una volta che il guanciale ottiene venature trasparenti e un aspetto un pò bruciacchiato, toglierlo dal fuoco e lasciarlo riposare. Nel frattempo prendere una ciotola e sbattete le 2 uova con i 2 tuorli e aggiungeteci il pepe e il pecorino grattugiato (per chi vuole alleggerire il piatto può usare anche 50 g. di parmigiano e 50 g. di pecorino) e unire tutti gli ingredienti tanto da formare un composto omogeneo. A questo punto aggiungere al composto i dadini di guanciale e amalgamare il tutto. Nel frattempo l’acqua nella pentola sarà ad ebollizione, aggiungere il sale e calare gli spaghetti nella pentola e aspettare il tempo di cottura circa 8/10 minuti a seconda della qualità della pasta. Scolate la pasta e senza saltarla sul fuoco la calate nella ciotola con il composto, aggiungete la noce di burro e girate il tutto.Velocemente servite il piatto ricordandovi sempre il tocco finale dello chef, ossia spargete altro pecorino e pepe sulla pasta prima di servirlo a tavola.

Il consiglio in più: Per evitare che gli spaghetti si attaccano, quando l’acqua è ad ebollizione prima di calarli aggiungere un cucchiaino d’olio nell’acqua.

Video correlato