advertisement

Mozzarella in carrozza

Mozzarella in carrozza o uova in carrozza sono sandwich fritti con mozzarella filante ai quali non si può resistere. Dorati, croccanti e filanti: una vera goduria.

advertisement
Difficoltà:
Molto bassa
Cottura:
Preparaz.:
Costo:
Molto basso
Mozzarella in carrozza

La mozzarella in carrozza è l’antipasto perfetto da preparare in poco tempo e con pochissimi ingredienti, si tratta di una ricetta Napoletana e del Lazio nata per riciclare pane e mozzarella del giorno prima.

Per preparare la mozzarella in carrozza si utilizza il fiordilatte o la bufala, in entrambi i casi si ottiene una frittura deliziosa che ogni tanto possiamo concederci. Con il suo cuore filante e la “carrozza” dorata e croccante la mozzarella in carrozza vi conquisterà per la sua semplicità e golosità.

LEGGI ANCHE: Mozzarella fritta

Materiali utilizzati

  • Carta assorbente
  • 2 Ciotole
  • Padella antiaderente
advertisement

Ingredienti per 4 persone

❯ 8 pancarrè o pane in cassetta

❯ 2 uova

❯ 250 gr di mozzarella

❯ latte

❯ farina q.b.

❯ sale q.b.

❯ olio di semi

Procedimento

Come si fa la mozzarella

1. Per preparare la mozzarella in carrozza iniziate tagliando la mozzarella a fette doppie mezzo centimetro e larghe quanto le fette di pane, in modo che non sbordino. Se la mozzarella è fresca lasciatela asciugare su della carta assorbente in modo che perda un po’ del suo liquido e durante la cottura leghi meglio con il pane. Nel pane in carrozza che ho preparato ho utilizzato dei bocconcini di mozzarella perché questo avevo in casa.

mozzarella in carrozza

2. Prendete le fette di pancarré o pane in cassetta, tagliate la crosta dando una forma quadrata al pane. Visto che reputo  uno spreco eliminare il cordoncino l’ho lasciato.

3. Tagliate le fette di pane lungo una diagonale cosi da ottenere tanti triangoli e metteteli da parte.

ricetta mozzarella in carrozza

4. Preparate ora il composto per l’impanatura del pancarré in carrozza. In una ciotola sbattete le uova con un goccio di latte e aggiustate di sale e pepe.

pancarrè in carrozza

5. In un’altra ciotola versate della farina.


6. Sistemate tra due fette di pane la mozzarella e premete per farla aderire.

uova in carrozza

mozzarella carrozza

7. Passate ogni sandwich nell’uovo coprendoli per intero su tutti e due i lati e sui bordi poi immergeteli nella farina e poneteli in piatto. Procedete cosi per tutti i tramezzini.

mozzarella in carrozza

8. Portate ad ebollizione una padella antiaderente con abbondante olio di semi. Quando sarà caldo adagiate le mozzarelle in carrozza; fatele cuocere ad ambo i lati fino a renderle dorate e croccanti.

mozzarella in carrozza

9. Appena cotte trasferitele su un piatto con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

ricetta mozzarelle in carrozza

10. La mozzarella in carrozza va servita immediatamente dopo la cottura quando è ancora calda e super filante.

mozzarella in carrozza

Stagione ideale

Le mozzarelle in carrozza si preparano in tutti i periodi dell’anno sia a pranzo, a pranzo o a cena è sempre un piacere mangiarla.

Conservazione

Consigliamo con tutto il cuore di assaporare e gustare la mozzarella in carrozza appena cotta.

Il consiglio in più

  • Se temete che il pancarrè possa rompersi quando viene immerso nell’uovo potete utilizzare il pane in cassetta che è più doppio e resiste di più.

Idee e varianti

  • Per una mozzarella in carrozza più particolare, dopo averla immersa nel composto di latte e uovo, impanatela nel pangrattato e/o in semi di papavero.
  • La versione che abbiamo preparato è quella napoletana fatta solo con mozzarella; nella mozzarella in carrozza laziale si aggiunge anche il prosciutto cotto e magari acciughe.
  • Mozzarella in carrozza senza uova è l’alternativa per un antipasto più leggero: immergete il pane solo nel latte e poi nella farina.

Quale contorno abbinare

Per un secondo piatto sfizioso accompagnate la mozzarella in carrozza con pomodorini dell’orto.

Curiosità sulla ricetta della mozzarella in carrozza

La mozzarella in carrozza è  una ricetta Napoletana nata nell’800 per riciclare la mozzarella del giorno prima che ormai non è più tanto fresca da essere mangiata da sola.

advertisement
Dai un voto a questa ricetta
[Totale: 2 Media Voto: 5]